Occhio di Pietra

Occhio di Pietra è una città alveare molto antica, le cui origini si sono perse nei millenni. Sicuramente già esisteva quando l’Imperium arrivò su Basilisk e che già allora fungeva da capitale del pianeta.
Si distingue da gran parte degli alveari imperiali per l’alto livello tecnologico e del relativo benessere del quale godono i suoi abitanti e per la nobiltà che ha usanze più eccentriche e permissive rispetto a regimi imperiali più tradizionalisti.

L’alveare

Occhio di Pietra, essendo un alveare tanto antico, risulta essere di dimensioni veramente notevoli raggiungendo all’apice l’altezza di ben 10 km. Come tutti gli alveari è diviso in più strati.

Il Santuario

Si narra che al centro del sottoalveare, all’altezza del terreno, ci sia una immensa cupola. Questa, comunemente chiamata Il Santuario, è il fulcro di molte leggende dell’Alveare tra le quali si narra che al suo centro si trovi un’antichissima astronave, un portale verso altri mondi, un antico artefatto alieno o un inseme di queste cose. Lontano dagli occhi e dalle orecchie dell’Inquisizione e del Ministrorum alcuni uomini audaci arrivano ad affermare che nelle notti più buie là sotto si muova qualcosa di ben più antico e maligno e dicono di aver visto cose talmente orribili che altri hanno preferito morire piuttosto che saperle vere.
Il fatto che la zona sia off limits e costantemente sorvegliata dall’Adeptus Arbites non migliora certo la reputazione del luogo.

Le Forge

Le Forge sono il complesso industriale dell’alveare. Separato dal Santuario da uno spesso strato di piani sprofondati e semi-disabitati dell’alveare le Forge occupano quasi un terzo dell’altezza dell’immensa città. Qui vivono nella miseria operai umani (e mutanti nei piani inferiori), che svolgono il loro servizio per l’Imperium lavorando notte e giorno in immense raffinerie dove vengono lavorati i materiali raccolti dalle miniere sparse per il pianeta. I fumi di queste fabbriche riempiono l’aria attorno all’alveare, facendolo sembrare una colonna di fumo dalla distanza e sono visibili anche dall’orbita planetaria.
Chi veramente domina questa parte della città è i Culto della Macchina, che qui possiede enormi Templi-Manufactorum e controlla praticamente qualsiasi cosa dai ritmi di lavoro alle usanze ai dogmi sociali. Ovviamente su questi luoghi e sull’egemonia dei Technopreti girano voci inquietanti che parlano di esperimenti crudeli e cabale segrete. Il tutto possibilmente sussurrato lontano dalle ombre dei Manufactorum, nei luoghi più oscuri e remoti delle profondità delle Forge.
Edifici importanti:
- Il Tempio della Macchina Risorta è il più importante Manufactorum della città. Sotto lo sguardo vigile dell’antica famiglia Korrath vengono prodotte grandi quantità di armamenti imperiali, soprattutto armi laser e termici di altissima qualità rinomati in tutto il settore.
- La Rocca è una porzione delle Forge semi-abbandonata e fortificata con mura di rottami impilati in mano ad un gruppo noto come “la Crociata di Runn”, un culto di Redenzionisti molto attivo che, si dice, abbia forti connessioni con gli alti prelati del Ministrorum.

Il Blocco

Chiamato nel suo insieme il Blocco questo pezzo di alveare è in realtà difficilmente identificabile come un insieme definito e omogeneo. Si tratta infatti di un vasto agglomerato di quartieri incastrato tra le Forge e la Piana dei Templi (vedi sotto) e in più punti scende o sale fino a mescolarsi con questi. Blocchi residenziali si alternano a piazze, piccoli santuari, edifici burocratici.
Questo è il punto d’incrocio di molti mondi. Vi si possono trovare alti prelati e boss criminali, spesso anche a poca distanza gli uni dagli altri, se non insieme. Mercanti, pellegrini e membri dell’Administratum sono una vista comune.
Edifici importanti in questa zona:
- La Torre Bianca è la sede dell’Adeptus Arbites. L’immensa Fortezza Precinto degli Arbiter si staglia lungo tutta l’altezza dell’alveare dalla base fino a rivaleggiare con le più alte spire ed è completamente isolabile dal resto della città diventando una fortezza autosufficiente. I principali ingressi alla Torre si trovano all’altezza del Blocco.
- Stranamente collocata in questa parte dell’alveare la Chiesa di San Basilius, dedicata al famoso Santo pellegrino e protettore dei viaggiatori nel Warp, è un luogo di culto piuttosto vasto e le sue cupole sforano parzialmente nella Piazza delle Cupole, nei livelli della Piana dei Templi

La Piana dei Templi

Situato nella parte superiore dell’alveare questa sezione si distingue dalle altre per la forma regolare e per il fatto che non è stratificato, bensì un piano unico alto diverse centinaia di metri sorretto da possenti colonne ed edifici enormi.

Occhio di Pietra

Novarius Sector BlackBard