Imperial eagle

“E ‘il 41 ° Millennio …
Per più di cento secoli l’Imperatore ha seduto immobile sul Trono d’Oro della Terra. Egli è il signore del genere umano per volontà degli dei, e maestro di un milione di mondi con la forza dei suoi eserciti sterminati. E’ una carcassa in decomposizione alimentata invisibilmente dai poteri dell’Era Oscura della Tecnologia. Egli è il Dio Cadavere dell’Imperium, per il quale un migliaio di anime vengono sacrificati ogni giorno, in modo che egli non possa mai veramente morire. Tuttavia, nel suo stato immortale, l’Imperatore continua la sua eterna vigilanza.
Immense flotte attraversano il miasma infestato dai Demoni che è il Warp, l’unica via tra le stelle lontane, la loro rotta illuminata dall’Astronomican, la manifestazione psichica della volontà dell’Imperatore. Vasti eserciti danno battaglia in suo nome su innumerevoli mondi. I più potenti tra i suoi soldati sono Adeptus Astartes, Space Marine, super-guerrieri modificati geneticamente.
I loro compagni d’armi sono innumerevoli: la Guardia Imperiale e innumerevoli forze di difesa planetaria, la sempre vigile Inquisizione ed i Technopreti del Mechanicus, per citarne solo alcuni. Ma per tutta la loro vastità, sono appena sufficienti per tenere a bada la sempre presente minaccia di alieni, eretici, mutanti… e peggio. Essere un uomo in questa epoca significa essere uno tra miliardi. Significa vivere nel regime più crudele e più sanguinoso che si possa immaginare.
Dimenticate il potere della tecnologia e della scienza, perché tanto è stato dimenticato per non essere mai più ricordato. Dimenticate la promessa di progresso e di comprensione, poiché nella tetra oscurità del lontano futuro, c’è solo la guerra. Non c’è pace tra le stelle, solo un’eternità di stragi e massacri, e le risate di dèi assetati.”

-Introduzione dal manuale Dark Heresy

Novarius Sector

Unbenannt Lionus Solaria lomiodio supergamera